Sono un ragazzo aspirante-uomo-giardiniere di 30 anni. Sono nato a Foligno (PG) il 10 Gennaio del lontano 1986. Attualmente risiedo a Spello (PG) e credo che lo farò finché non mi cacceranno di lì. Nel 2005 mi sono diplomato come Geometra, professione che non ho mai esercitato. Invece di riempire spazi vuoti con strutture funzionali, ho sempre preferito affollarli di parole.

Lavoro in una piccola azienda che si occupa di manutenzione del verde. Nel tempo libero, appena gli impegni di lavoro me lo concedono, leggo, scrivo: sogno.

Amo la scrittura perché mi permette di condividere piuttosto che diffondere; non prediligo fare proclami, ho sempre considerato il silenzio come la forma maggiore di apprendimento.

A volte prendo un foglio di carta, una penna e comincio a scrivere. Parole, pensieri, tutto quello che mi giunge alla mente oramai sempre più labile. Tutti, in fondo, hanno qualcosa da raccontare: non importa il modo, l'essenziale è farlo.

Credo nei valori veri della vita. Da qualche anno ho intrapreso una battaglia: combatto affinché la normalità non resti un'utopia; in un mondo in cui gli eccessi sembrano avere la meglio su tutto.

Credo nella meritocrazia, confido nell'occasione di una vita; nella possibilità di dimostrare cosa si è capaci di fare, accompagnati magari da un pizzico di fortuna. In fondo nella vita non vince il più preparato, ma chi riesce meglio ad improvvisare.

Provo ad inventare là dove gli altri si limitano a descrivere. Merito della sensibilità mi si dice. Io preferisco chiamarla colpa.

Ringrazio la mia famiglia che mi sta sopportando da oltre un quarto di secolo. Grazie a chi crederà in me e a tutti quelli che invece non lo faranno, la soddisfazione, un giorno, sarà ancora più appagante...